Canali News
 Prodotti
 News
Caldaie a condensazione: la nuova direttiva Erp

A partire dal 26 settembre 2015, le caldaie vecchie e inefficienti avranno l’obbligo di lasciare il posto a quelle ben più nuove e in regola con la direttiva europea ERP. L’Energy Related Products (ERP) stabilisce le nuove disposizioni attraverso cui i prodotti connessi all’energia devono necessariamente uniformarsi nel rispetto delle risorse ambientali, attraverso una progettazione più intelligente ed ecocompatibile.

Le nuove caldaie a condensazione, infatti, saranno in grado di garantire dei notevoli risparmi sia economici sia energetici ai cittadini che ne faranno uso e all’ambiente. La condensazione, infatti, consente al vapore dell’acqua (proveniente da laghi, fiumi, ecc…) di recuperare in buona parte il calore latente e, in tal modo, le nuove caldaie potranno garantire rendimenti altissimi e con un elevato risparmio in termini di elettricità (quasi fino al 50%) e di gas (più del 40%).

I vantaggi delle caldaie a condensazione di ultima generazione apporteranno, per di più, dei miglioramenti consistenti anche sulla salute ambientale: le emissioni di NOx (ossido di azoto), infatti, verranno notevolmente ridotte, con il conseguente abbattimento dell’inquinamento atmosferico.

Caldaie a condensazione: la nuova direttiva Erp

Privacy - e-media snc p.iva 01883190561