Prodotti
 News
Le caratteristiche dei porfidi e le loro destinazioni d'uso

Il porfido è una pietra presente in molte varietà, che si differenziano tra loro per la colorazione: infatti è di origine vulcanica e ogni giacimento si caratterizza per una composizione unica. I luoghi di estrazione più noti e rinomati in Italia sono nella Val Camonica, nel Trentino e in provincia di Brescia e le varietà sono chiamate rispettivamente porfido viola, oro rosso e porfido rosso. In ogni caso la pietra è estremamente resistente sia agli urti che alle alte e basse temperature; inoltre non si scolorisce a causa dei raggi solari ed è idrorepellente. Per questo motivo è usata soprattutto per realizzare pavimentazioni, rivestimenti e camminamenti esterni: infatti i porfidi non vengono intaccati dal ghiaccio o dal gelo e possono sopportare anche carichi di grande entità senza danneggiarsi. Di conseguenza le superfici possono essere aperte al traffico. I porfidi sono usati sia in am bito residenziale che pubblico: non stupisce quindi di trovare piazze, viali e aree liberamente fruibili pavimentate con questi materiali lapidei. Tra l'altro le superfici realizzate sono anche antisdrucciolo, quindi sono perfette per l'uso pedonale.

I vari utilizzi dei porfidi

I porfidi possono essere lavorati in vario modo così da trasformarli in piastrelle, cubetti e lastre di varie dimensioni e forme. Il taglio classico della pietra è il cubetto, presente in commercio in differenti spessori in quanto è necessario che l'elemento sia più spesso in base al maggior carico che deve sopportare: di conseguenza, la scelta del modulo dipende dalla sua destinazione e dalle proprie esigenze. La messa in posa può creare disegni geometrici decorativi più o meno elaborati. In più si possono abbinare cubetti di porfido diversi così che i differenti colori creino un effetto estetico di notevole impatto: si tratta della pavimentazione ideale per gli ingressi e per le aree del giardino. I porfidi sono particolarmente indicati per gli ambienti esterni perché hanno una grande scabrosità naturale, dato che a l loro interno sono presenti numerosi cristalli di quarzo e miche: in questo modo i minerali hanno un differente grado di usura. Tuttavia i porfidi possono essere adottati anche negli spazi interni, soprattutto in ambito residenziale: ad esempio possono essere usati per rivestire le scale, per creare zoccolini e battiscopa oppure arredi come le panchine. In più è possibile realizzare elementi architettonici vari, soprattutto se si tratta di varietà con sfumature cromatiche particolari: ad esempio, il porfido del Trentino si caratterizza per i toni del giallo-arancio e del rosa che permettono di realizzare decorazioni di grande impatto visivo e geometrie sfumate e molto colorate. Queste opere sono molto indicate per il rivestimento di muri e gli ingressi. Lavorazioni particolari dei porfidi sono lo smollero e del bindero: il primo si caratterizza per avere la testa superiore tran ciata a vista, le facce laterali a piano naturale e due coste a spacco. La superficie ruvida lo rende particolarmente consigliato ai rivestimenti con forte pendenza. Il bindero, invece, ha un aspetto simile a quello di un parallelepipedo grossolano e si trovano nelle versioni standard e in quelle giganti. In ogni caso servono sia per contenere e delimitare le pavimentazioni (vialetti, isole pedonali) o le aiuole che per realizzare rivestimenti: infatti la faccia superiore è squadrata e a piano naturale.

Le piastrelle di porfidi


Un altro utilizzo dei porfidi è quello delle piastrelle, molto usate nelle aree dei giardini e negli ingressi: sono elementi di diversi formati e con un piano lavorato in varie maniere. Ad esempio vi sono elementi con il piano naturale, che però possono avere i lati segati o tranciati. Nel secondo caso possono essere sottili, normali o grosse, mentre le larghezze vanno da 10 a 40 centimetri andando per multipli di 5. Invece le lunghezze sono a misura fissa oppure a correre. Sono usate per rivestire le piazze, i marciapiedi e i portici. Le piastrelle con piano lavorato invece rifinite, con tutti i lati segati e usate per lo più in ambito residenziale. Infine i porfidi con piano fiammato si caratterizzano per essere stati sottoposti a spacco termico."

 

 

Le caratteristiche dei porfidi e le loro destinazioni d'uso

Privacy - e-media snc p.iva 01883190561